Bergomatum Ager

Bergomatum Ager

Bergomatum Ager

Nome: Territorio di Bergamo – Bergomatum Ager

Etimologia: Dal teonimo celto-ligure Bergimus, dio delle alture (radice indoeuropea *bherg-, “altura”)

Altri nomi: Orobia (da un composto leponzio, riferito ai celto-liguri Orobi/Orumbovii, significante “coloro che abitano sull’acqua, palafitticoli”), intesa anche come Lombardia transabduana

Emisfero: Boreale

Continente: Eurasia

Subcontinente: Europa

Nazione: Italia

Areale etnico: Insubria/Lombardia transpadana, parte della Lombardia etno-storica

Suddivisione etno-storica: Orobia/Lombardia transabduana

Posizione: Europa centro-meridionale

Clima: subcontinentale

Superficie: 2.745,94 km² (senza territorio ceduto a Lecco)

Altimetria: 64% montagna, 24% pianura, 12% collina

Popolazione: 1.107.441 (2013)

Etnonimo: Bergamaschi, Orobici

Allogeni (stimati): circa 120.000; pochi Ebrei, circa un centinaio di Zingari; immigrazione interna storica dal Sud e dalle Venezie

Densità: 403,3 ab./km² (sovrappopolazione drammatica)

Confini: territori di Milano, Como, Sondrio, Brescia, Cremona e Pavia-Lodi

Capoluogo: Bergamo (118.717 ab., 2013)

Territori bergamaschi fuori provincia: Val San Martino ceduta a Lecco (Calolziocorte, Carenno, Erve, Monte Marenzo, Torre de’ Busi, Vercurago)

Aree d’influenza (vedi cartina): Cassano d’Adda (in arancione), Resegone (in violetto), Angolo Terme, Paratico e Palazzolo sull’Oglio (in verde chiaro), Cremasco (in beige), Ghiara d’Adda lodigiana (in carta da zucchero). Il Cremasco si potrebbe tranquillamente annettere

Razza: caucasoide

Subrazza: europide (alpinidi, (atlanto)mediterranidi, dinaridi)

Etnia: galloromanza italica

Linea paterna principale: R1b-U152 (indoeuropeo italo-celtico)

Linea materna principale: H1 (euro-autoctono paleolitico)

Lingua ufficiale: italiano

Lingue locali: gallo-italico “lombardo” – lombardo orientale – bergamasco (cittadino e varianti trevigliese, cremasca, valdimagnina, valgandinese, alto-brembana, scalvina, camuna)

Religione: gentilità romana (paganesimo ario-italico/celto-ligure)

Annessione: 10 novembre 1859 (Regno di Sardegna)

Festa provinciale: 9 giugno (1859) – Garibaldi entra a Bergamo (Città dei Mille)

Stemma: scudo sannita sormontato dalla Corona Ferrea – Partito: nel primo ripartito di rosso e d’oro; nel secondo troncato di rosso e d’oro; sul tutto, troncato: nel primo dell’Impero, che è d’oro all’aquila di nero, nel secondo di rosso al cervo corrente d’oro; lo scudetto in cuore timbrato da corona marchionaleBergamascoMotto: Bèrghem de sura / Bèrghem de sass

Patrono: Bergimus

Animale simbolo: cervo

Amministrazione: provincia dell’etno-regione Insubria/Lombardia transpadana

Annunci