L’Europa e i suoi simboli

Europa

Dalla Galizia agli Urali, da Capo Nord a Creta. L’Europa è la nostra grande famiglia imperiale, culla del ramo europide della razza caucasoide e della civiltà. AVE EVROPA!

L’esistenza dell’uomo (indo)europeo è scandita dal naturale ciclo delle stagioni che segue la posizione di quello che da sempre è il nostro vitale punto di riferimento: il sole. La classica ruota solare ariana rappresenta così icasticamente lo spirito e la civiltà d’Europa, un simbolo potentissimo e immortale dalla valenza solare, virile, guerriera in linea con la mentalità dei nostri padri, ossia di coloro che hanno plasmato il nostro continente rendendolo unico.

La nota croce celtica nasce dall’incontro tra la ruota solare della gentilità e la croce cristiana, ed è espressione della fusione delle due grandi identità spirituali del nostro continente: paganesimo e cristianesimo. Il cattolicesimo stesso è profondamente debitore delle radici gentili della religio romana e degli altri culti precristiani.

L’Aquila romana, emblema di Zeus-Giove e delle legioni di Roma, passando per gli imperi medievali del Sacro Romano Impero e di Bisanzio, è assurta ad immagine dell’Europa intera come fiero animale indoeuropeo solare e uranico, simbolo di forza, maestà ed elevazione spirituale. Venne impiegata anche da vari potentati europei e da Russia, Balcani, Napoleone, Prussia, Fascismo e Nazionalsocialismo. Si accosta all’ipotetico motto europeo (in origine asburgico) A.E.I.O.U.: Aquila Elegit Iovis Omnia Vincit.

Il Sol Invictus è solstiziale divinità romana emblema dell’ariana solarità degli antichi padri, e dell’Europa forgiata dagli Indogermani. Patrono pagano d’Europa sorto dal culto del sole, riassume in sé gli attributi di luminose divinità gentili come Giove e Apollo. Il suo Natale e la sua radiosa natura si sono sovrapposti alla figura divina e solare del Cristo. Il patrono cristiano d’Europa, ricordiamo, è invece San Benedetto da Norcia.

Il tipico cromatismo indoeuropeo bianco-rosso-nero rappresenta quella tripartizione funzionale della società ariana composta da sfera spirituale, sfera militare e sfera rurale, che si rispecchia anche nel pantheon dei principali credi indoeuropei. In base a ciò noi possiamo ravvisare nel bianco il luminoso spirito della gentilità (confluito nel cristianesimo), nel rosso il sangue versato sui campi di battaglia dai nostri padri, nel nero l’ubertoso suolo europeo inscindibilmente legato al popolo.

Questo cromatismo è giunto sino al Medioevo europeo, ove durante l’investitura di un cavaliere – rituale intriso di guerresco ethos germanico – si prevedeva che il milite si cingesse di vesti nere, bianche e rosse a seconda delle fasi di purezza (bianco), morte (nero) e al dovere di versare anche il proprio sangue per difendere il proprio signore (rosso). Colori schiettamente pan-europei che assieme al disco solare ariano rappresentano un ideale vessillo imperiale dell’Europa.

Informazioni su Paolo Sizzi

Lombardo, Italiano, Europeo per Sangue, Suolo, Spirito.
Questa voce è stata pubblicata in Eurasia, Europa e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a L’Europa e i suoi simboli

  1. Anonimo ha detto:

    Buona Pasqua cristiana e gentile, pagana (Ostara) a te, Caro Paolo, e alla famiglia!

    "Mi piace"

  2. etelredo ha detto:

    Mi dica se sbaglio: ho notato che ultimamente sta rivalutando il cristianesimo come fondamentale apporto alla costituzione dell’identità europea, come si è venuta oggettivamente definendo nei secoli. Non intendo dire che stia rivalutando la religione cristiana, il suo contenuto, bensì la sua forma, che in Europa è stata plasmata dalla greco-romanità e che a sua volta ha contribuito a plasmare l’identità europea.

    "Mi piace"

    • Paolo Sizzi ha detto:

      Sì esatto, l’identità europea è, inevitabilmente, anche cristiana, perciò è meritorio riconoscerne la matrice. Accanto all’eredità gentile va ricordata quella cristiana che però, attenzione, non può essere declinata come retaggio giudaico-cristiano ma, casomai, romano-cristiano, soprattutto per quanto concerne l’Italia. La mia tolleranza in materia religiosa, perciò, si restringe al cristianesimo cattolico (tradizionalista) e al paganesimo precristiano, senza dimenticare che il cattolicesimo è profondamente debitore della religio dei nostri padri latini (e di molti altri elementi della gentilità greco-romana e del paganesimo continentale).

      "Mi piace"

      • Albert ha detto:

        E riguardo ai cristiani ortodossi? Anch’essi fanno parte dell’identitario europeo, no? Anzi, ultimamente la chiesa ortodossa, intesa come ortodossa greca, russa e armena, ha un maggior attaccamento alle radici europee del debole e confuso papato

        "Mi piace"

      • Paolo Sizzi ha detto:

        La cosiddetta ortodossia è eretica e scismatica, rispetto alla genuina cristianità che è quella cattolica, epperò posso ammettere che, oggi, sia più identitaria della cattolica postconciliare. Il Concilio Vaticano II è stato una vera sciagura per la Chiesa, poiché l’ha portata a fiancheggiare il mondialismo perdendo di vista la visione identitaria e tradizionale dell’Europa.

        "Mi piace"

  3. Anonimo ha detto:

    Una divagazione se mi permetti, caro Paolo. Sostengo la passione che metti a difendere la RSI, esperienza italiana interessante e davvero “padanista” ante literam (per forza). Ogni 25 aprile è una giornata di lutto nazionale per ogni Italico ben nato. Si qualifica da solo come vile una repubblichetta d’altronde mal nata e mal riuscita a “festeggiare” (ben poco da festeggiare, si sa!) la sua nascità come serva e bordello dello straniero imperante. Con immensa simpatia. Cordoglio a tutti gli Italici ben nati oggi e domani.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...