L’areale etnico dell’Enotria e della Sardegna

Messapia/Salento

Messapia/Salento. Territori di: Lecce (capoluogo), Brindisi + parte del territorio di Taranto. Dal nome degli apuli Messapi, tribù illirica sorella di Dauni e Peucezi, il cui nome potrebbe significare “popolo che vive in mezzo ai due mari”, con voce indoeuropea.

Simbolo: la Cervarezza, la totemica cerva bianca sacra ai Messapi preposta, secondo la leggenda, alla sorveglianza della grotta di Manduria contenente il Fonte Pliniano. Notare come Brindisi prenda il nome dal messapico brention, “testa di cervo” (per via della forma dell’antico porto), e come presso gli Illiri un altro animale cornuto quale la capra avesse grande importanza (tanto da divenire simbolo dell’Istria e dello schipetaro Skanderbeg).

Bandiera: lo stemma della Terra d’Otranto, giallo-rosso emblema etnico del Salento, costituito dal delfino stizzoso che stringe in bocca il crescente islamico, simboleggiante la resistenza e la vittoria anti-ottomana di quella terra, in collaborazione con gli Aragonesi. Il delfino, peraltro, già antico simbolo associato ai Messapi.

Bruzio/Calabria

Bruzio/Calabria. Territori di: Reggio (capoluogo), Catanzaro, Cosenza (senza la parte settentrionale della provincia), Crotone, Vibo Valentia. Quella che oggi viene indicata come Calabria in antico veniva denominata Bruzio, mentre l’antica dicitura designava la Messapia/Salento. Calabria è coronimo greco utilizzato per esprimere la fertilità del suolo, mentre Bruzio deriva dagli antichi italici Bruzi/Bretti, del ramo osco-umbro, il cui etnonimo sembrerebbe significare “ribelli” (nei confronti dei Lucani).

Simbolo: Capo Colonna, con l’ultima colonna del tempio di Hera Lacinia rimasta eretta.

Bandiera: le croci potenziate normanne con barre d’Aragona (Messapia + Bruzio = Calabria, cromaticamente rosso-dorata, a livello di insegne; il giallo e il rosso sono i più tipici colori dell’Italia centro-meridionale, mediterranei e imperiali).

Sicilia/Trinacria

Sicilia/Trinacria. Territori di: Palermo (capoluogo), Agrigento, Caltanissetta, Catania, Enna, Messina, Ragusa, Siracusa, Trapani + Isole Maltesi. Dal nome degli italici Siculi (famiglia latino-falisca), il cui etnonimo sembra mettersi in rapporto con la voce latina sica/sicula, “pugnale”, ma anche “falcetto da guerra”, arma di questi Indoeuropei.

Simbolo:  il cane, animale totem dei Siculi, ovviamente derivato dal lupo, quasi a simboleggiare la filiazione italica, latino-falisca, del popolo italico di Sicilia. Il lupo è l’animale totemico per antonomasia degli antichi Ario-Italici.

Bandiera: la Trinacria, vessillo etnico della Sicilia. Nobile simbolo denso di significati arii e solari (triscele), neolitici e greci (Gorgone) e romani (le spighe e il cromatismo mediterraneo panormita). Ricordiamo anche la Croce di Malta, insegna delle Isole Maltesi.

Sardegna

Sardegna. Territori di: Cagliari (capoluogo), Carbonia-Iglesias, Medio Campidano, Nuoro, Ogliastra, Olbia-Tempio, Oristano, Sassari. Dal nome dei Sardi antichi, anche Shardana/Sherden (parte dei famosi pirati del mare, gli Hyksos), popolo autoctono dell’isola il cui etnico dovrebbe derivare dal teonimo del dio eponimo Sardus (Pater), mitico fondatore della stirpe. Sardus potrebbe quindi valere “creatore dell’universo” (vedi radicale sard-, di origine mediterranea).

Simbolo: la bandiera arborense, antico simbolo del Giudicato di Arborea. L’albero sradicato è un emblema molto caro ai sardisti.

Bandiera: la bandiera dei quattro Mori, vessillo storico della Sardegna. Simbolo della riconquista europea dei territori anticamente sottratti dagli invasori islamici mori e saraceni (i quattro Mori dovrebbero essere quattro teste mozzate di re saraceni, con la benda abbassata sugli occhi in segno di sottomissione).

Informazioni su Paolo Sizzi

Lombardo, Italiano, Europeo per Sangue, Suolo, Spirito.
Questa voce è stata pubblicata in Italia, Sud e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...