L’areale etnico della Grande Lombardia orientale (Venethia)

Veneto

Veneto. Territori di: Venezia (capoluogo), Belluno (senza Cadore), Padova, Rovigo, Treviso, Verona, Vicenza + Trento e Trentino orientale (venetofono o misto). Dal nome degli italici Venetici (da una radice indoeuropea *wen che significa “amare” e dunque “i cari, gli amati, gli amabili”), un etnonimo che richiama limpidamente quello dei latino-falisci Venetulani del Lazio.

Simbolo: il cavallo, animale totemico presso gli antichi Veneti, bestia sacra agli Ariani ed emblema della loro forza militare (assieme al carro da guerra).

Bandiera: Leone di San Marco, vessillo storico del Veneto. Nella versione con spada impugnata e libro chiuso rappresenta una simbologia popolarmente intesa come “venti di guerra”. Suggestivo rimando quanto mai attuale.

Rezia cisalpina

Rezia cisalpina/Alto Adige. Territori germanofoni e reto-romanzi (ladini) del Trentino-Alto Adige + Cadore e Val Monastero, con capoluogo Bolzano. Dal nome dei nord-etruschi Reti, dovuto ad un loro capo chiamato Reto (ipotesi peregrina, vedi sotto). Gli Etruschi rappresentano un importante collante etnico nella storia d’Italia. Si potrebbe anche unire Trento e Bolzano in una medesima etno-regione retica cisalpina.

Simbolo: Reitia, antica divinità femminile venetica, forse connessa etimologicamente anche ai Reti; il suo nome sembra ricollegarsi ad una base idronimica indoeuropea (“ciò che è in rapporto col fiume”, da *reito-), oppure alla radice *rekt- indicante il diritto e la scrittura. Dea degli animali (vedi uccelli acquatici ed equini, classici animali-totem ariani), della fertilità, del parto, della salute, del commercio. Ricorda Artemide/Diana e Minerva.

Bandiera: vessillo bianco-blu caricato con l’aquila nera romanica di San Venceslao e quella rossa germanica sud-tirolese, connubio cisalpino tra romanzi e germanofoni. Ricordo che Tirolo è un toponimo cisalpino. In alternativa la bandiera con la sola aquila di San Venceslao, simbolo dell’antico Principato Vescovile di Trento.

Carnia/Friuli

Carnia/Friuli. Territori di: Udine (capoluogo), Pordenone, Portogruaro + Goriziano. Dal nome dei celti Carni, il cui etnonimo ha a che fare con il celtico carn, “mucchio di sassi, pietraia”. Carnia, Carinzia, Carniola sono accomunate da questo popolo.

Simbolo: la tipica femenate epifanica romboidale di Paularo, una antichissima usanza di origine carnica connessa ai riti propiziatori celtici di inizio anno, per favorire un buon raccolto. Nel resto dell’etno-regione vi sono i pignarûi, fuochi epifanici. 

Bandiera: la bandiera storica della Carnia/Friuli, con aquila dorata dal volo spiegato (in origine dotata di capperone) su sfondo blu, che riprende l’insegna dell’antico Patriarcato di Aquileia (dove lo sfondo era rosso in caso di guerra).

Istria/Venezia Giulia

Istria/Venezia Giulia. Territori di: Trieste (capoluogo), Bisiacaria, Carso, Fiume, Isole Quarnerine (qui senza Arbe, essendo più verso la Dalmazia), Istria, Litorale. Dal nome dagli Istri, popolo a metà strada tra Illiri e Venetici, la cui etimologia si collega al nome romano del Danubio, Hister, idronimo indoeuropeo. Ricordo che la Liburnia, compresa tra Istria orientale e Dalmazia settentrionale, era un territorio abitato da Italici.

Simbolo: swastika destrogiro di Nesazio (e la Cultura dei castellieri, borghi fortificati posti su alture, che interessò Friuli, Venezie e Dalmazia, partendo dall’Istria).

Bandiera: il vessillo storico istriano con la capra, simbolo dell’antica regione sin dai tempi romani.

Dalmazia

Il territorio dalmata, per quanto esuli dallo spazio geografico italiano, è per svariati motivi legato al nostro Paese, a cominciare dall’area storica detta Liburnia (tra il Quarnaro e Zara), che già in antico era popolata da Italici (Paleoveneti). La sua sistemazione politica ideale è quella di satellite italiano, a metà strada tra Italia e Iugoslavia. Un po’ come l’Albania. La Dalmazia può essere considerata la nostra storica sponda orientale, ancorché non esattamente Italia. La Serenissima insegna.

Informazioni su Paolo Sizzi

Lombardo, Italiano, Europeo per Sangue, Suolo, Spirito.
Questa voce è stata pubblicata in Italia, Nord e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...