Il nefasto mito egualitarista

La favola dell’uguaglianza è la madre di tutte le menzogne

L’uguaglianza è un mito, al pari della superiorità razziale, ma se vogliamo è ancor più pericoloso, perché in nome dell’egualitarismo, oggi, si compiono i peggiori misfatti, a scapito della biodiversità umana. Non siamo tutti uguali, fortunatamente, ma questo vale anche per i diversi popoli della Terra, che possono essere inquadrati razzialmente per distinguerli gli uni dagli altri; non è solo un discorso di razza ed etnia, come è ovvio che sia, vale anche per il sesso, la salute psicofisica, l’orientamento sessuale, l’età, ma l’egualitarismo compie i medesimi scempi livellando, appiattendo, omologando e, dunque, distruggendo l’identità degli individui, tramutati in burattini senza spina dorsale. E da questa favola dell’uguaglianza derivano tutte le menzogne che oggi ci flagellano, e che riguardano tanto il dibattito razziale quanto quello di genere, e via dicendo. Menzogne manovrate politicamente dalle grinfie dell’antifascismo, che le orchestra abilmente per mettere a tacere il dissenso ed erodere dalle fondamenta l’identità e la tradizione, baluardi contro la vulgata mondialista. Dobbiamo esaltare la diversità, contrastando il meticciato, perché solo nella salvaguardia dell’identità sta la riscossa dei popoli nei confronti del rullo compressore globalista: nessuno nega la dignità delle persone, ma l’egualitarismo è una mendace forma di imperialismo, al pari del pezzente umanitarismo difeso dall’Occidente all’americana.

Informazioni su Paolo Sizzi

Lombardo, Italiano, Europeo per Sangue, Suolo, Spirito.
Questa voce è stata pubblicata in Paolo Sizzi, Stati. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Il nefasto mito egualitarista

  1. Fulvio ha detto:

    Scusa il disturbo,Paolo.
    Tralasci un particolare che potrebbe farti sentire ottimista riguardo le mescolanze razziali: l’attrazione fisica!
    Forse gli uomini bianchi avranno meno tendenza ad avere rapporti sessuali con donne africane perchè per esempio,per quanto molte possano essere di bell’aspetto,non me ne sento attratto per vari fattori come pelle,odori,ma probabilmente fattori dovuti anche a feromoni.
    Forse chi farà la differenza,a parte qualcuno che se ne sente attratto,saranno i “disperati sessuali”.
    Sarò molto ignorante ma credo che la genuina attrazione fisica abbia anche a che fare col concetto di “razza”.
    Una donna con le fattezze dell’attuale sindaco capitolino,ci farei l’amore tutta la notte.
    Ricorda quasi quelle graziose donne iberiche.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...