Rosso, bianco, nero

Rosso, bianco, nero. Una bandiera che si fa manifesto

Rosso, come l’eroico sangue dei nostri padri versato sui campi di battaglia; bianco, come il luminoso spirito del pantheon indogermanico; nero, come l’ubertoso suolo patrio benedetto dal sudore del rustico, e difeso dalla spada del milite. La tripartizione cromatica ariana riflette i valori di una società gerarchizzata in cui tutti concorrono al benessere della comunità, dividendosi in guerrieri, sacerdoti e lavoratori, e ispira la classica bandiera della Tradizione, cara a tutti gli identitari etnici europidi. Il rosso è colore guerresco associato al sangue e a divinità guerriere come Marte; il bianco è il colore del sacro, della luce, associato dunque allo spirito e a divinità uraniche come il padre degli dei Giove; il nero, infine, è il colore della terra, associato al contadinato e a divinità tutelari del lavoro, delle attività produttive e riproduttive come Quirino. Al posto del nero potremmo trovarci anche il verde, e per questo un’interpretazione sacrale del nostro Tricolore lascia spazio ad una valenza nobile che ne esalta i valori patriottici, a scapito di quelli, diciamo, statolatrici. Tripartizione sacrale, tripartizione sociale, tripartizione cromatica: il numero tre è numero sacro dell’arianesimo, e ritorna sempre nella simbologia identitaria che abbiamo ereditato dai padri.

Annunci

Informazioni su Paolo Sizzi

Lombardo, Italiano, Europeo per Sangue, Suolo, Spirito.
Questa voce è stata pubblicata in Paolo Sizzi, Stati. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...