Antifascismo è collaborazionismo filo-americano

E così vi sareste liberati dai “nazifascisti” per riempirvi di ben 113 installazioni militari americane… Voi sì che siete furbi

Ogni 25 di aprile che il cielo manda in terra è la sagra delle ridicolaggini antifasciste, in cui si va cianciando di liberazione pensando che il 25 aprile del 1945 sia stato il riscatto dell’Italia sconfitta in guerra. I nipotini dei partigiani credono che i loro paladini abbiano liberato l’Italia da fascismo e nazismo, senza comprendere (o fingendo di non comprendere) come l’italietta dei Savoia e Badoglio sia passata da nemmeno due anni di occupazione tedesca a settanta e passa anni di occupazione americana e atlantica. Non solo i partigiani non hanno liberato nulla (da poche migliaia che erano si sono trasformati in decine di migliaia giusto il 25 di aprile del 1945) ma, per quel poco, hanno contribuito a consegnare Italia e Italiani al giogo degli Americani, riducendo il Paese a colonia dell’imperialismo statunitense. Ancor oggi l’ossessione per Mussolini e Hitler serve a coprire la dura realtà di un’italietta coloniale ridotta a zerbino dell’Occidente a guida americana, e così il mito partigiano è antifascismo farsesco funzionale alle logiche mondialiste. Preoccupatevi dei collaborazionisti euro-atlantici, drammaticamente reali, non del fantomatico ritorno del fascismo.

Annunci

Informazioni su Paolo Sizzi

Lombardo, Italiano, Europeo per Sangue, Suolo, Spirito.
Questa voce è stata pubblicata in Paolo Sizzi, Stati. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Antifascismo è collaborazionismo filo-americano

  1. Werner ha detto:

    Siamo l’unico paese al mondo che celebra ogni anno la propria sconfitta militare. Se non è roba da TSO questa, mi si spieghi cos’è. Sta di fatto che il tradimento fatto ai Tedeschi con l’armistizio del 1943 per diventare “cobelligerante” (o fantoccio) degli Alleati angloamericani, non è servito a evitare che l’Italia uscisse dalla SGM da nazione sconfitta, e ai Trattati di Parigi del 1947 fu trattata malissimo con la sottrazione di Briga e Tenda ad ovest, e dell’Istria, di Fiume e di Zara ad est, oltre ai vari danni da pagare.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...