23 aprile: San Giorgio (festa del vessillo storico lombardo)

Sangiorgio

Il 23 aprile si celebra San Giorgio, figura leggendaria della Chiesa legata al famoso drago da lui sconfitto, santo guerriero che dà il nome all’omonima Croce, la nota bandiera costituita da croce rossa in campo bianco (ritenuta emblema della vera croce di Cristo). Assieme a San Michele, al Santo Salvatore e a San Giovanni Battista (da cui il negativo della Croce di San Giorgio, la Blutfahne imperiale e ghibellina), il vincitore cappadoce del drago era personaggio sacro caro alla devozione popolare dei Longobardi, per via dei panni militari, tanto che per alcuni la sua croce sarebbe, appunto, di derivazione longobarda. Ciò che è certo è che il Sangiorgio sia vessillo guelfo pan-lombardo, insegna di Milano, Genova (soprattutto), Bologna, Imperia, Ivrea, Alba, Novi Ligure, Acqui Terme, Alessandria, Vercelli, Bobbio, Reggio di Lombardia, Varese, Lecco, Mantova, Padova, Rimini, nonché della medievale Societas Lombardiae, la Lega Lombarda. Il tema della croce e del cromatismo bianco-rosso (anche nella Croce di San Giovanni Battista) sono peculiari della Grande Lombardia, come dell’arco alpino, e le due note insegne possono, giustamente, essere chiamate “croci lombarde”.

Questa bandiera è, comunque, legata in particolar modo a Genova e alla sua repubblica marinara – così come alle Crociate – e ancor oggi è simbolo di quella città e della Liguria (come San Giorgio medesimo lo era della Repubblica). Londra e l’Inghilterra ne sono debitrici, essendo la Croce di San Giorgio inglese una concessione genovese risalente al Medioevo, quando gli Inglesi ottennero la possibilità di utilizzare la bandiera crociata per avere le navi protette, nel Mediterraneo (e nel Mar Nero), dalla flotta genovese, contro gli attacchi dei pirati. La monarchia inglese, per questa ragione, corrispondeva al doge della Repubblica di Genova un tributo annuale, divenuto recentemente oggetto di contesa proprio tra la “Superba” e Londra. Probabilmente da Genova passò anche a Milano, e da Milano alla Lega Lombarda, tanto che la Croce di San Giorgio è un po’ il simbolo storico della Lombardia, assieme al Biscione visconteo. Per questo motivo il 23 di aprile, in quanto giorno dedicato a San Giorgio, è anche festa di questo vessillo storico lombardo e, dunque, della Lombardia etnica, senza dimenticare la stessa Grande Lombardia (Italia settentrionale), in cui il Sangiorgio è stemma di diverse importanti città, incontrate più sopra.

Annunci

Informazioni su Paolo Sizzi

Lombardo, Italiano, Europeo per Sangue, Suolo, Spirito.
Questa voce è stata pubblicata in Calendario Identitario, Sursum crania. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...