Sulla pelle del popolo indigeno

Non fatevi infinocchiare dai professionisti del terzomondismo: la loro accoglienza è solo business

Proprio così: la retorica immigrazionista, che riempie le bocche degli antifascisti di ogni forma e colore, è pura ipocrisia dettata dall’affarismo, è essa stessa affarismo. L’immigrazione, l’integrazione, la società multirazziale stanno a cuore a chi, grazie agli allogeni, ci guadagna, ovviamente sulla pelle del popolo: preti, cooperative, ong, lib-dem, speculatori vari, imprenditori senza scrupoli, criminalità organizzata (e non), parassiti anti-comunitaristi e così via, tutti soggetti che hanno interesse a fomentare i fenomeni migratori e il crogiolo multirazziale. Per questo non dobbiamo lasciarci ingannare da costoro e da tutti i professionisti di terzomondismo e immigrazionismo, gente che vuol fare i buoni Samaritani con la pelle altrui e che presenta il conto delle follie xenofile al popolo indigeno, già tartassato da uno stato che lo abbandona a sé stesso e lo lascia in balia del bello e cattivo tempo alloctono. Cerchiamo, dunque, di rovinare i piani a questi “galantuomini” battendoci per il comunitarismo e per l’etnonazionalismo, con il conseguente spirito völkisch che si propone di difendere la stirpe europide e il suo destino nella sua stessa culla, senza colonialismi o imperialismi di sorta.

Annunci

Informazioni su Paolo Sizzi

Lombardo, Italiano, Europeo per Sangue, Suolo, Spirito.
Questa voce è stata pubblicata in Paolo Sizzi, Stati. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...