Status contro status (quo)

Considerando che Twitter e Facebook non sono molto amici della libertà d’espressione, vorrei proporre, sul mio blog personale, alcuni “storici” cavalli di battaglia, cioè stati scritti più volte sulle reti sociali dal sottoscritto ma che, come nel caso di Twitter, sono andati perduti per colpa della censura. Precisiamo: non è tutta farina del mio sacco, in alcuni casi sono citazioni oppure considerazioni ispirate al pensiero di terzi (lo specificherò), ma per lo più si tratta del frutto di mie osservazioni, ovviamente suscitate dalla mia sensibilità etnonazionalista völkisch. Come noterete vi è sovente ironia e provocazione, ma mai odio, violenza, fanatismo, proprio perché, fondamentalmente, vogliono essere esternazioni propositive, non necessariamente oppositive, sebbene, ed è pacifico, vi sia sempre una netta condanna implicita dello status quo mondialista. Gli stati ammontano ad un centinaio o poco più e ne proporrò – tempo permettendo – uno al giorno, corredandolo di un breve commento. Mi auguro di fare cosa gradita, poiché vorrei rimanessero nel tempo, senza venire ogni volta spazzati via da una mordacchia a senso unico che colpisce gli identitari ma ignora l’odio (quello vero) degli antifascisti.

Annunci

Informazioni su Paolo Sizzi

Lombardo, Italiano, Europeo per Sangue, Suolo, Spirito.
Questa voce è stata pubblicata in Paolo Sizzi, Stati. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...