13 settembre: la Triade Capitolina patrona di Roma

Triade Capitolina dell’Inviolata

Il 13 di settembre è giorno dedicato alla Triade Capitolina, formata da Giove, Giunone e Minerva, protettrice di Roma e simbolo della sua eterna grandezza. Tale data coincide con l’inaugurazione del tempio di Giove Ottimo Massimo, il 13 settembre del 509 avanti era volgare, eretto sul Campidoglio di Roma e dedicato proprio alla Triade; questo tempio fu il centro del culto di stato romano, in concorrenza col santuario di Iuppiter Latiaris presso il Mons Albanus (il Monte Cavo dei Colli Albani). La creazione della Triade Capitolina deriva dal culto di Giove Capitolino, in quanto Optimus e Maximus, al fine di identificare nel trio suddetto di divinità la grandezza dell’Urbe. Basandosi sulla raffigurazione della cosiddetta Triade Capitolina dell’Inviolata, gruppo scultorio rinvenuto nei pressi di Guidonia nel 1994, compaiono: Giove, al centro, divinità massima e re di tutti gli dei, a cui sono associati scettro, fulmini, aquila e corona di quercia; Giunone regina, alla sinistra del divin marito, con gli attributi regali, il pavone e una corona di petali di rose; Minerva, alla destra di Giove, dea della sapienza e delle arti, con l’elmo, la civetta e il serto d’alloro.

L’istituzione del culto della Triade Capitolina rimpiazza quello arcaico, proto-latino e di chiaro taglio indoeuropeo, della triade italica costituita da Giove, Marte e Quirino, dove Giove rappresenta il dio padre (il Diespiter degli Italici) preposto alla funzione sacrale/sacerdotale, Marte il dio della guerra preposto alla funzione militare e Quirino il dio delle curie e protettore di Roma e dei Romani, preposto alla funzione delle attività pacifiche dell’uomo libero. Questo trio primigenio riflette la classica tripartizione funzionale della società ariana, nonché l’importanza centrale della religiosità presso i nostri antichi padri indogermanici. La Triade patrona d’Italia può essere celebrata tra 13 e 15 di giugno, in quanto giornate consacrate al ricordo di Iuppiter Invictus, anticipando così di tre mesi, anche simbolicamente essendosi formata prima della Capitolina, la ricorrenza odierna del 13 di settembre (nota la valenza sacrale del numero 3 nel mondo ariano). L’una è protettrice d’Italia per la sua comune matrice latina e italica, l’altra di Roma, emblema della sua potenza e dell’Impero. Entrambe da celebrare come retaggio identitario e tradizionale della gloria della Saturnia tellus.

Informazioni su Paolo Sizzi

Lombardo, Italiano, Europeo per Sangue, Suolo, Spirito.
Questa voce è stata pubblicata in Calendario Identitario, Sursum crania. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...