La Brexit e il cavallo di Troia secessionista

Oggi è una data storica per il Regno Unito, con l’apertura dei negoziati per siglare il “divorzio” dall’Unione Europea. Il 23 giugno del 2016 oltre 17 milioni di britannici si pronunciano a favore della cosiddetta Brexit, con il 51,9% dei voti contro il 48,1% di chi voleva invece rimanere attaccato al carrozzone di Bruxelles. Una limpida manifestazione di democrazia, dove la maggioranza dei cittadini si è espressa a favore dell’uscita del proprio Paese da quella che è la cassa da morto della vera Europa, e cioè la sua patetica parodia, l’Unione del cencio stellato. Non ditelo ad alta voce però, perché quelli che solitamente (a parole) sono pronti ad immolarsi in nome della democrazia si stanno stracciando le vesti (griffate) da quasi un anno, gridando al complotto populista contro il “paradiso” unionista di banchieri e plutocrati.

Non è certo un caso se i più tenaci avversari dell’uscita siano quelli che campano sulle spalle del popolo, di chi subisce le logiche parassitarie dei “cittadini del mondo”, dei cosmopoliti in giacca e cravatta che hanno fortemente bisogno di liberismo e porte-aperte-a-tutti per lucrare grazie alle storture mondialiste. In aggiunta, troviamo i secessionisti scozzesi, che vogliono invece restare nell’Unione Europea, pugnalando alle spalle i fratelli inglesi (perché di questo si tratta, due popoli affratellati dalla storia comune) per prenderne il posto a Bruxelles. Dimostrazione questa che l’indipendentismo è sovente un cavallo di Troia dell’internazionalismo e del mondialismo. Non si tratta qui della baracca monarchica del Regno Unito, ma dell’antica Britannia, una terra celtica, in parte romanizzata e soprattutto germanizzata da genti anglosassoni. E mentre al solito due popoli europei litigano, alle loro spalle c’è chi si frega le mani.

Annunci

Informazioni su Paolo Sizzi

Lombardo, Italiano, Europeo per Sangue, Suolo, Spirito.
Questa voce è stata pubblicata in Europa, Sursum crania. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...