La razza amerindioide

Cranio amerindioide

Cranio amerindioide

Gli Amerindioidi (o Indianoidi) sono un ramo distaccatosi dalla razza mongoloide e sviluppatosi nelle Americhe, relativo ai Nativi amerindi. Essenzialmente sono dunque mongoloidi ma fisicamente e geneticamente hanno sviluppato un loro aspetto peculiare.

La prima migrazione dall’Asia all’America, attraverso la Beringia, risale ad un periodo non anteriore a 15.000 anni fa (pare), e quindi le Americhe sono state le ultime ad essere occupate dall’uomo anatomicamente moderno.

Caratteristiche generali degli Amerindioidi sono faccia alta e larga, mandibola larga, mesognatismo, naso largo e spesso aquilino, bocca larga, palpebre più larghe dei Mongoloidi veri e propri, bassa frequenza di plica mongolica, profilo facciale prominente rispetto agli Asiatici, capelli diritti o lievemente ondulati neri, scarsa peluria, occhi molto scuri, carnagione scura tendente al bronzo, corporatura massiccia, statura frequentemente alta.

Gli Indianoidi si possono trovare nell’America settentrionale, centrale e meridionale, e nei Caraibi e dintorni.

Sottorazze sono Andidi, Brasilidi, Centralidi, Fuegidi, Lagidi, Margidi, Pacifidi, Pampidi e Silvidi, con l’aggiunta degli Eschimidi sebbene correlati ai Sibiridi con cui formano la categoria dei Mongoloidi artici.

E cominciamo proprio da questi. Si distinguono dai Sibiridi (rientrando nella categoria amerindioide) per via di profilo prominente, mandibola larga, bassa frequenza di epicanto, labbra piene, mesognatismo, capelli molto ruvidi neri, naso stretto dalla radice alta, corpo tozzo e massiccio, muscolatura sviluppata, pelle più scura; si possono trovare in America settentrionale, Groenlandia e ad intermittenza nella Chukotka-Kamchatka.

Eschimide

Eschimide

Gli Andidi sono piccoli, tarchiati, meso-brachicefali, con un netto epicanto ma con occhi non molto mongoloidi, un appariscente naso convesso medio-largo dalla radice alta, capelli lisci e pelle bruna. Popolano le Ande (Quechua, Mapuche), le coste ecuadoregne, Perù e Cile.

Andide

Andide

I Brasilidi sono piccoli, tarchiati, mesocefali, con fronti larghe e diritte, facce ovali, tratti somatici addolciti, strette aperture delle palpebre, occhi non particolarmente mongoloidi, naso medio-largo dall’alta radice, capelli lisci neri, carnagione giallognolo-marrone. Si trovano nella Foresta Amazzonica, lungo le coste brasiliane, in Venezuela, Guyana e nelle Indie Occidentali.

Brasilide caraibico

Brasilide caraibico

I Centralidi sono medio-piccoli, tarchiati, fetalizzati, brachicefali, con fronti strette e diritte, facce rettangolari, tratti relativamente gracilizzati, occhi mongoloidi variabili, diritti nasi larghi e convessi, capelli neri lisci o lievemente ondulati, pelle marrone. Si trovano lungo le coste meridionali degli USA (Pueblo, Hopi, ecc.), Messico orientale e meridionale (genti dal lignaggio maya o azteco), America Centrale e Colombia occidentale. Si distinguono una varietà settentrionale (pueblide) e una meridionale (istmide).

Centralide centroamericana

Centralide centroamericana

I Fuegidi sono tozzi e robusti, bassi, con arti inferiori ridotti, naso piccolo, profilo prominente rispetto ai Mongoloidi asiatici, pelle giallastra di tonalità scura, occhi a fessura, esteso grasso sottocutaneo, aspetto arcaico (influssi australoidi?). Sono tipici della Terra del Fuoco, e con un fenotipo influenzato dall’adattamento al clima glaciale. Due le varietà: Fuegide meridionale e Huarpide. Il fenotipo puro è ormai scomparso.

Fuegide

Fuegide

I Lagidi sono medio-piccoli, moderatamente tarchiati, dolico-mesocefali, con una forte sporgenza sopraorbitale, una faccia dall’ossatura robusta con zigomi prominenti, mancanza di appiattimento facciale, palpebre strette, presenza di epicanto, diritto naso largo e concavo con una radice rientrante e i capelli sono neri e lisci o lievemente ondulati con una carnagione color rame. Si trovano nelle aree montuose del Brasile sud-orientale, nel Cile meridionale, in Argentina, Paraguay, e nella giungla brasiliana. Non si può escludere un arcaico contributo australiforme nella loro formazione.

Lagide

Lagide

I Margidi sono di costituzione media, robusti, meso-dolicocefali, con sporgenza sopraorbitale, viso largo ma non appiattito, piccola apertura delle palpebre con occhi privi di caratteristiche mongoloidi, diritto o concavo naso largo e prominente con radice rientrante, capelli scuri lisci con carnagione scura dal tono rossiccio. Si trovano in California e Sonora e molto meno in Messico, Montagne Rocciose (Shoshoni), Florida e dalla Costa Orientale settentrionale a Terranova. Due varietà: Californide e Messicide.

Margide

Margide

I Pacifidi sono medio-alti, robusti, brachicefali, con facce larghe e rettangolari, scarsità di occhi di tipo mongoloide, forti nasi diritti o concavi medio-larghi, capelli lisci o moderatamente ondulati a volte schiariti, peluria moderatamente presente assieme a barba, carnagione marroncina. Si possono trovare lungo le coste occidentali del Canada, in Alaska orientale e anche nelle periferie degli Stati Uniti nord-occidentali e lungo il Rio Grande (Navajo, Apache).

Pacifide navajo

Pacifide navajo

I Pampidi sono alti, massicci, robusti, meso-brachicefali, con sporgenza sopraorbitale, viso largo e rettangolare con appiattimento, stretta apertura delle palpebre con marcato epicanto “indiano”, naso diritto stretto o medio-largo, capelli lisci, carnagione marrone con toni olivastri. Nativi delle praterie della Patagonia, delle pampas e del Gran Chaco. Il fenotipo puro è ormai estinto.

Pampide Ona

Pampide Ona

I Silvidi sono alti, massicci e con le spalle larghe, muscolari, mesocefali, con facce lunghe e rettangolari, appiattimento facciale, naso prominente convesso spesso aquilino, palpebre strette e pendenti e con epicanto (soprattutto tra donne e bambini), neri capelli lisci e diritti e carnagione marroncina con toni giallastri o rossastri (o anche color rame). Sono tipici della regione forestale canadese centrale e orientale, degli Appalachi (Mohicani, Lenape/Delaware, Irochesi) e delle praterie degli Stati Uniti medio-occidentali (Sioux). Due varietà: Planidi e Appalacidi.

Silvide

Silvide

Molti popoli amerindioidi sono stati decimati dai colonizzatori europei delle Americhe, anche per via del rimescolamento razziale con essi o con gli schiavi negroidi provenienti dal Senegambia e dalla Guinea Settentrionale e Meridionale. In alcuni casi si sono estinti del tutto.

Annunci

Informazioni su Paolo Sizzi

Lombardo, Italiano, Europeo per Sangue, Suolo, Spirito.
Questa voce è stata pubblicata in Americhe, Mondo e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...