Situazione genetica caucasoide

Per quanto concerne la situazione genetica dei popoli caucasoidi, occorrerà innanzitutto ricordare come gli Europei, gli Europidi dunque, appaiano omogenei rispetto alle altre realtà razziali del globo, un fatto già messo in evidenza da Cavalli-Sforza:

Componente genetica principale

Componente genetica principale

Questa mappa mostra la relativa omogeneità dei Caucasoidi europei, nordafricani, anatolici, caucasici, mediorientali, irano-afgani e indiani, ma soprattutto il compatto carattere genetico dei Caucasoidi europei (in cui solo le popolazioni ugro-finniche sembrano lievemente smarcarsi, per via della mistura mongoloide).

Un’immagine assai esaustiva anche per quanto riguarda le razze umane, visto che da essa si può avere una idea ben precisa sulla distribuzione, e la separazione, dei gruppi razziali del globo: Caucasoidi, Mongoloidi, Amerindioidi (ramo mongoloide americano), Negroidi e Australoidi.

Lo so, Cavalli-Sforza si professa contro l’esistenza delle razze; eppure i suoi stessi lavori mettono in evidenza questa realtà indubitabile. Logicamente, per non perdere il posto, lo scienziato italiano ha sempre accuratamente evitato di affermare quel che è sotto gli occhi di tutti coloro che vogliono vedere senza fette di salame politicamente corretto, ciononostante le conclusioni non possono che dar ragione alla biodiversità.

Ecco l’albero filogenetico, sempre di Cavalli-Sforza, con 42 popolazioni del globo raggruppate per razza e famiglia subrazziale regionale, che mostra la distanza genetica tra di esse e tra Europei e altri Caucasoidi, che qui ci interessa:

Albero filogenetico

Albero filogenetico

Come vedete, questo albero distingue nettamente la razza negroide dalle altre (una distinzione che affonda le proprie radici nell’uscita dall’Africa 100.000 anni fa), e successivamente discrimina le altre razze: Caucasoidi, Mongoloidi settentrionali (da cui gli Amerindioidi) e meridionali, Australoidi.

Sempre da C-S ecco la mappa delle componenti principali relativa a queste 42 popolazioni:

Componenti principali

Componenti principali

Scendendo più nello specifico, ecco un plot  di Lazaridis e Reich 2015, che mostra il posizionamento genetico, dovuto alle loro distanze, tra popolazioni caucasoidi:

Plot genetico

Plot genetico

Come vedete si possono trovare anche gli Ebrei, diversificati per area regionale, e i più europeizzati come gli Aschenaziti plottano accanto a Siciliani e altri Europei dell’estremo meridione. Questo non perché i Siciliani siano semiti, ma perché gli Aschenaziti, intrisi come sono di geni europei e nettamente i meno semiti tra tutti i Giudei, assomigliano alle popolazioni più periferiche come Siciliani, Maltesi, Greci insulari e Ciprioti, che hanno un alto contributo di autosomi levantini arcaici risalenti al Neolitico.

Questo lavoro di Lazaridis et al. 2013 invece mostra le componenti autosomiche di varie popolazioni caucasoidi e non, alcune delle quali basate su campioni di individui preistorici, vale a dire Loschbour (cacciatore-raccoglitore mesolitico dell’Europa Centrale), Stuttgart (agricoltore neolitico “tedesco” fortemente affine ai Sardi), Motala (cacciatore-raccoglitore mesolitico dell’Europa settentrionale), Mal’ta (cacciatore paleolitico siberiano di mammut):

K20

K20

Interessante a questo proposito, il plot  del curatore di Eurogenes afferente al test K8, che mette a confronto antichi genomi con quelli moderni:

K8

K8

Gokhem, non incontrato poco sopra, è un campione tratto da un foraggere mesolitico scandinavo molto simile agli attuali Baschi. Ricordo inoltre che ANE in Europa è principalmente indizio di eredità indoeuropea.

Per quanto riguarda invece le linee paterne dei Caucasoidi non europidi ecco un compendio della situazione generale:

Turchia/Anatolia

Turchia/Anatolia

Turchia/Anatolia

Ebrei “europei” e altri (Sami e Valacchi sono stati considerati perché sparsi)

Ebrei e altri

Ebrei e altri

Caucaso

Caucaso

Caucaso

Medioriente

Medioriente

Medioriente

Nordafrica

Nordafrica

Nordafrica

Ecco un link con gli aplogruppi Y del subcontinente indiano.

La situazione mitocondriale caucasoide invece si può osservare qui. Per quanto concerne invece la situazione del subcontinente indiano:

OOA mtDNA

OOA mtDNA

Menzione particolare merita l’aplogruppo W, squisitamente ariano e generato dal macro-aplogruppo N, che va in coppia con R1a e rappresenta in India le alte caste indo-arie.

Per una trattazione approfondita sui diversi aplogruppi, paterni e materni, rimando agli articoli precedenti.

Annunci

Informazioni su Paolo Sizzi

Lombardo, Italiano, Europeo per Sangue, Suolo, Spirito.
Questa voce è stata pubblicata in Caucasoidi, Eurasia e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Situazione genetica caucasoide

  1. lara ha detto:

    Caro Paolo, ti risulta che l’ aplo N sia presente tra gli ebrei ashkenaziti?

    Mi piace

    • Paolo Sizzi ha detto:

      Non direi. Se ci fosse qualche Ebreo con tale aplogruppo sarebbe un assimilato col capostipite eurasiatico settentrionale.

      Mi piace

      • lara.angeletti@gmail.com ha detto:

        Grazie. Scusa per il ritardo con cui rispondo, ma vedo solo ora. Da tanto voglio farti una domanda: siccome io mi interesso di etruscologia, e gli etruschi sono considerati come parenti, assieme al ceppo falisco- latino, degli anatolici Troiani, come considereresti geneticamente gli etruschi/ Rasna? Di recente in Russia girano studi secondo cui i Rasna sarebbero un antica frangia russa. La qual cosa, considerando gli studi di Maria Gimbutas sulla migrazione degli Arii, non mi stupirebbe.

        Mi piace

      • Paolo Sizzi ha detto:

        “gli etruschi sono considerati come parenti, assieme al ceppo falisco- latino, degli anatolici Troiani” Quelli del gruppo latino-falisco sono italici, discesi in Italia, dall’Europa centro-orientale e parenti stretti dei Celti, non hanno nulla a che vedere con l’Anatolia; per quanto riguarda gli Etruschi invece se ne dicono di cotte e di crude e comunque non mi sembra il caso di mischiare genetica e mitologia, per quanto quest’ultima possa essere suggestiva. Il mito di Enea (peraltro antenato di Dardano, che dall’Italia – come etrusco – si sarebbe spostato proprio a Troia) sta semplicemente a significare il passaggio di un’idea, di una gloria, di uno scettro di civiltà dal Mediterraneo orientale greco alla Penisola italica, e questa era la propaganda augustea confezionata mirabilmente da Virgilio. Per quanto riguarda la genetica invece, io direi che fondamentalmente gli Etruschi sono il risultato di tre strati etnici e genetici: uno autoctono paleo-mediterraneo ossia mesolitico + neolitico, lo stesso dei Liguri antichi, uno protovillanoviano italico e dunque ariano marcato dal ramo R1b, ed infine probabilmente un superstrato ellenizzante egeo-anatolico (ma forse più culturale che altro) dovuto alla mediazione tra Etruria e Magna Grecia, Sud Italia e rappresentato dalla nobiltà.

        Mi piace

  2. lara.angeletti@gmail.com ha detto:

    Infatti te lo chiedo perché su una delle tante teorie etrusche, si parla anche di una doppia migrazione: tra Italia e Anatolia in due fasi staccate. Considerato che le genti turciche arrivano quasi 1000 anni dopo la caduta di Ilio, dobbiamo pensare che forse, come dicono alcuni storici recenti, gli Etruschi fossero un ceppo indoeuropeo affine agli Ioni. Mi pare di capire che anche tu la vedi così quando parli di substrato italico e uno egeo.

    Mi piace

    • Paolo Sizzi ha detto:

      Sì, potrebbero essere stati (a livello di strato etnico più recente e nobiliare) una élite piratesca proveniente dalla Lidia, portatrice dell’aplogruppo indoeuropeo del Levante R1b-L23.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...