I Caucasoidi non europidi

Fino ad ora ho parlato, in maniera dettagliata, del mondo antropologico e genetico relativo ai Caucasoidi europei, altrimenti detti Europidi. Adesso, darò uno sguardo generale al resto dei Caucasoidi.

Una premessa: quelle che ho chiamato subrazze o sub-subspecie, oggi come oggi, sono dei fenotipi caratteristici di diverse aree geografiche, europee e non; se si tiene conto anche della genetica, però, il vero concetto subrazziale, oggi, riguarderà meglio le suddivisioni regionali dei Caucasoidi, poiché, per capirsi, un Alpinide bergamasco sarà più affine a un Dinaride suo conterraneo piuttosto che a un Alpinide bavarese. Discorso che a maggior ragione vale se all’Alpinide bergamasco si accosta un Alpinoide asiatico, siriano ad esempio, che non appartiene al gruppo regionale europide. Questo succede perché dopo rimescolamenti millenari, in particolar modo in quelle aree da sempre crocevia di popoli, il concetto subrazziale riferito a Mediterranidi, Nordidi, Alpinidi, Dinaridi ecc. appare sfumato e conferma l’incongruenza tra genotipo e fenotipo. Per quanto, logicamente, le subrazze incontaminate si possano ancora prevalentemente incontrare in quelle che sono le loro sedi storiche (ad esempio le Alpi per gli Alpinidi e le Alpi Dinariche per i Dinaridi).

Degli Europidi ci siamo dunque già abbondantemente occupati. Vediamo ora gli altri gruppi regionali.

Cominciamo da quello nordafricano, che potrebbe essere definito europoide, vista la sua prossimità al Mediterraneo europeo. I suoi fenotipi più caratteristici sono:

Saharide, un Mediterranoide alto, gracile, dalla volta cranica alta che si può trovare anche nell’estremità della Penisola Iberica (ne esiste una varietà egiziana denominata egittide)

Saharide

Saharide

Berberide, tipo cromagnoide diluito dall’elemento mediterranoide

Berberide

Berberide

Mechta-Afalou, sopravvissuto del Paleolitico superiore metricamente affine al Borreby europeo

Mechta-Afalou

Mechta-Afalou

I popoli del Nordafrica, come è logico che sia, a differenza dei Caucasoidi europei presentano maggiore mistura autosomica sub-sahariana (scarsissima in Europa, e confinata ad angoli meridionali) e mediorientale.

Qualche antropologo inserisce nella razza caucasoide anche gli Etiopidi del Corno d’Africa che, seppur metricamente affini ai Caucasoidi mediterranoidi (nordafricani e orientalidi), presentano considerevole mistura negroide e risultano dunque degli intermedi:

Etiopide

Etiopide

Veniamo al gruppo anatolico e caucasico. Qui domina la sottorazza tauride (il cui ramo europeo è quello dinaride), sovente mescolata ad elementi mediterranoidi. Della sottorazza tauride fanno parte gli Armenoidi ossia: Armenidi, Anatolidi e Caucasidi/Mtebidi. Ci sono anche gli Assiridi, Armenoidi influenzati da elementi arabidi.

I Tauridi sono generalmente caratterizzati da statura moderatamente alta, stretto cranio brachicefalo e plano-occipitale, naso largo e convesso con punta carnosa. Sono una subrazza frutto dell’adattamento ad una vita pastorale di montagna, ma che, a seconda dell’area geografica occupata, hanno un sostrato subrazziale arcaico differente: cromagnoide in Europa (Dinaridi), alpinoide-mediterranoide nel Levante (Armenoidi).

Dei Dinaridi (Europidi) ci siamo già occupati, veniamo dunque agli Armenoidi:

Armenide proprio, tipo scuro dal cranio largo, basso, estremamente brachicefalo e plano-occipitale, con faccia larga e naso assai più largo e convesso del dinaride; la fronte è bassa e inclinata, gli occhi sporgenti, la bocca carnosa e turgida “a beccuccio”, il mento debole e regressivo; la statura è sovente medio-bassa con pinguedine (dovuta all’elemento alpinoide)

Armenide

Armenide

Anatolide, tipo prevalente in Anatolia (odierna Turchia), caratterizzato da mistura mediterranoide e dunque da tratti somatici più raffinati, e tendenza a mesocefalia e leptomorfismo. L’elemento mediterranoide  che lo contraddistingue è il seguente, denominato Cappadocide, oggi raro

Cappadocide

Cappadocide

Anatolide

Anatolide

Caucaside/Mtebide, tipico tra i popoli del Caucaso, soprattutto settentrionale, è un intermedio dinaro-armenoide, dunque potremmo dire squisitamente tauride. Il viso corto e tondeggiante con una fronte molto bassa sono tratti salienti di questo fenotipo. Il leader ceceno Ramzan Kadyrov, per quanto chiaro, ne è un buon esempio

Mtebide

Caucaside/Mtebide

Assiride, tipo armenoide mischiato con dell’arabide, di statura moderata e corporatura robusta

Assiride

Assiride

Nel Levante si possono trovare anche degli Alpinoidi asiatici, metricamente simili agli Alpinidi europei ma più scuri e spesso alterati da altri elementi:

Alpinoide asiatico

Alpinoide asiatico

I Caucasoidi anatolici, caucasici e levantini presentano misture genetiche esotiche più sensibili degli Europei, soprattutto asiatiche.

Abbiamo poi il gruppo caucasoide orientalide, che racchiude le genti caucasoidi mediorientali e asiatiche centrali (soprattutto dell’Altopiano Iranico). I due rami si dividono in Arabidi e Irano-Afganidi (o semplicemente Iranidi). Gli Orientalidi possono essere considerati dei mediterranoidi.

Gli Arabidi sono il tipo orientalide meridionale, mediorientale, primariamente associato agli Arabi e agli altri Semiti inalterati, tra cui i Beduini. La statura è medio-bassa, la corporatura gracile, con dolicocefalia, leptoprosopia, naso adunco, caratteristico sorriso “semitico” determinato da una profonda fossa canina, occhi piccoli e quasi a mandorla, pigmentazione molto scura (ne esiste una varietà levantina denominata siride, dal tipico naso convesso).

Arabide

Arabide

Il ramo settentrionale orientalide è costituito dagli Iranidi, caratterizzati da statura medio-alta, dolico-mesocefalia, leptoprosopia, ipsicefalia, naso adunco, fronte bassa e inclinata, mento recedente, pigmentazione scura; a volte si possono riscontrare fenotipi progressivi cordati di filiazione ariana, denominati Irano-Nordoidi, anche con pigmentazione chiara.

Iranide

Iranide

Irano-Nordoide

Irano-Nordoide

Sempre in Asia Centrale, possiamo incontrare altri fenotipi. Quello caspide, una qualità di Mediterranoide orientale, tendente al caucaside/mtebide, riscontrabile nell’area compresa tra Mar Nero e Mar Caspio:

Caspide

Caspide

Il Pamiride, una qualità di turanide (intermedio caucaso-mongoloide centro-asiatico) non alterato da misture asiatiche orientali, e sostanzialmente risultato di elementi mediterranoidi irano-afganidi mescolati con del tauride:

Pamiride

Pamiride

Tutte queste varietà caucasoidi mediorientali e centro-asiatiche hanno misture esotiche sub-sahariane, asiatiche e anche veddidi a volte, che ovviamente negli Europidi mancano quasi del tutto.

Infine, ecco il Caucasoide del subcontinente indiano, l’Indide, contraddistinto da media statura, corporatura gracile e snella, cranio lungo con viso lungo, fronte e naso diritti, labbra carnose e ampie palpebre. La carnagione è marroncina, i capelli neri o marrone scuro, gli occhi marrone scuro. Varietà indidi sono:

Indide gracile, l’Indide proprio, metricamente simile al Mediterranide europeo ma con naso mesorrino, volta cranica alta e ovviamente pigmentazione decisamente più scura

Indide gracile

Indide gracile

Indide settentrionale, relativamente alto, dolicocefalo, volta cranica più bassa dell’Indide gracile, con naso lungo e prominente (leptorrinia), carnagione a volte chiara, capelli diritti dal castano scuro a quello chiaro, occhi a volte verdi/azzurri, e un aspetto simil-europeo. Questo fenotipo è caratteristico di Bramini e Sikh ed è di transizione con l’Iranide. Presenta a volte marcato influsso indoeuropeo

Indidi settentrionali

Indidi settentrionali

Indo-Brachide, di statura media, corporatura tarchiata, brachicefalo, ipsicefalo, con viso largo e corto, naso convesso, pigmentazione scura, tipico di popolazioni caucasoidi indiane delle coste

Indo-Brachide

Indo-Brachide

Gli Indidi possono presentare misture autosomiche australoidi, data la loro posizione geografica, e anche asiatiche. Anch’essi vengono considerati mediterranoidi, poiché tradizionalmente l’antropologia razziale considera il grosso dei Caucasoidi non europidi primariamente di filiazione mediterranea (da un punto di vista sempre fisico, si capisce).

Nei prossimi articoli daremo uno sguardo alla situazione genetica caucasoide, e a due etnie particolari, che per via della propria storia e della relativa diaspora vanno trattate a parte: Ebrei e Zingari.

Advertisements

Informazioni su Paolo Sizzi

Lombardo, Italiano, Europeo per Sangue, Suolo, Spirito.
Questa voce è stata pubblicata in Caucasoidi, Eurasia e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a I Caucasoidi non europidi

  1. 98 ha detto:

    Una DOMANDA: Ma i sardi possono fittare più in alto dei lombardi 🙂

    Liked by 1 persona

  2. VHK900 ha detto:

    Paolo,ho una domanda:quale è il fenotipo(o i fenotipi) maggiormente riscontrabile fra i Sarikoli e Wakhani(erroneamente riferiti come tagichi,mentre questi ultimi non sono Iranici Orientali) della Cina Occidentale?eccone qualche esempio:

    Mi piace

    • Paolo Sizzi ha detto:

      Siamo in presenza, sostanzialmente, del continuum turanide che va dall’Asia centrale all’Anatolia, e presenta un certo grado di mongolizzazione; il fenotipo turanide meno alterato da tale mistura è quello pamiride che nel caso di popoli dai discreti influssi ariani presenta anche nordizzazione. Gli Irano-Nordoidi (schiettamente cordati) sono più spostati verso ovest, a livello fenotipico. Consiglio la consultazione di questo straordinario blog sulle influenze ario-nordiche nell’Asia meridionale e centrale, nonché nell’Altopiano iranico: https://web.archive.org/web/20141026092028/http://pastmists.wordpress.com/

      Mi piace

  3. Anonimo ha detto:

    Gli egizini di che fenotipo sono secondo te, paolo sizzi?

    Mi piace

    • Paolo Sizzi ha detto:

      Sono crocevia tra i tipi indigeni del Nordafrica come i Berberidi e i Saharidi e gli Orientalidi di qualità arabide provenienti dal cuore medievale dell’antico impero musulmano. Insomma, un impasto MENA di fenotipi prevalentemente mediterranoidi. Questa fusione ha generato il cosiddetto Aegyptid, collega orientale arabizzato del Saharide.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...