Onomastica bergamasca

Bergomatum Ager

Bergomatum Ager

L’onomastica bergamasca, parlando di cognominizzazione, è in linea con quella del resto della Lombardia storica.

Prima di fornire l’elenco di cognomi di etimo celtico e germanico del territorio orobico, premetto alcune note generali sui casati bergamaschi, tra cui ovviamente a farla da padrone sono i cognomi di origine latina o romanza (molti sono infatti adattamenti bergamaschi del latino volgare).

Sia chiaro: cognome ed etnia non sono legati scientificamente. Uno può avere un cognome germanico, o di etimo celtico o latino, ma non avere nulla a che fare con il ceppo etnico che ha prodotto le lingue in questione. Per approfondimenti scientifici è necessaria la genetica, assieme ad approfondite ricerche d’archivio.

Il sottoscritto ad esempio potrebbe avere un cognome di etimo germanico (da Sizzo, ipocoristico di nomi germanici in sig-, “vittoria”) ma la linea paterna è indubbiamente italo-celtica (R1b-U152).

Sarebbe assai interessante testare i portatori di cognomi germanici per vedere se effettivamente c’è un riscontro etnico; un buon numero di cognomi lombardi è di origine goto-longobardo-franca. Solo una minoranza però avrà linee paterne nordiche, soprattutto in coloro che hanno avi nobili rintracciabili nel proprio albero genealogico (anche se vanno tenuti in conto i figli illegittimi o gli arimanni decaduti). Il cognome, che nasce nel Medioevo, parte spesso da semplici mode onomastiche. E il Medioevo, dominato politicamente dalla nobiltà guerriera germanica, era intriso di onomastica teutonica.

I cognomi bergamaschi sono, ad ogni modo, principalmente romanzi, poi germanici e infine celtici (nel senso che possono presentare un’etimologia effettivamente riconducibile al substrato celtico del Bergamasco).

Come tutti gli altri cognomi lombardi e italiani nascono innanzitutto da nomi di persona (antroponimi, agionimi), dalla toponomastica, e infine da soprannomi (arti e mestieri, caratteristiche fisiche, qualità morali, etnici e via dicendo).

Le principali desinenze sono le stesse degli altri cognomi lombardi: -ago/-aghi (celtiche, da toponimo), -aschi, -oschi, –uschi (liguri, da toponimo), -eschi (germanica), -ati (celtica, da toponimo, ma vale anche in senso etnico indicando appartenenza), -enghi, –oldi (germaniche), ma anche -asio/-isio (celtiche), e le generiche -ali-alli, -elli, -oli, -olli-eni, -ini, -oni-atti, -etti, -otti-occhi, -oli. Infine, il suffisso -is ha una certa incidenza nel Bergamasco, dovuta all’uso burocratico del latino tardo-medievale.

Diversi cognomi si sono corrotti nel tempo impedendo una sicura  ricostruzione etimologica; alcuni saranno fors’anche inventati di sana pianta e affibbiati a trovatelli, mentre altri sono la bergamaschizzazione di cognomi forestieri, ad esempio tedeschi: CanferCassader, Coter, Cuter, Esborni, FriburghiGaigher, Maver, Pomer, Suagher, Valcher e altri. Risalgono ad una moderna migrazione di Tedeschi luterani stabilitisi nel Bergamasco in epoca veneta, antecedente a quella degli industriali svizzeri calati nell’Ottocento per costruire stabilimenti tessili (i vari Legler, Honegger, Luchsinger…). Senza dimenticare i birrai Von Wunster e i pasticceri Balzer.

I dieci casati più noti, e con più cognominati, nella terra di Bergamo sono comunque i seguenti: i Rota, valdimagnini dell’omonima località (dal latino rupta, “sentiero di montagna”); i Locatelli, anch’essi valdimagnini di Locatello (toponimo celtico da leukos, “radura” + suffisso -at- che indica località); i pan-italiani Rossi (allusione al colore dei capelli o della pelle, un tratto celtico ma anche degli aristocratici latini); i Cattaneo, decisamente lombardi, che devono il proprio cognome alla carica medievale di capitaneo, vassallo maggiore di un vescovo; i Mazzoleni, valdimagnini, che hanno dato il nome ad una frazione di Sant’Omobono (dal nome germanico Matzo, ipocoristico di nomi in magin, “potenza”, poi latinizzato e modificato corrompendo forse un suffisso nordico in -ing, ad indicare un fondo lavorato dal capostipite); i Carminati, anch’essi decisamente lombardi (cognome che si ricollega a chi lavorava terreni di proprietà di un santuario del Carmine, evidenziato dal suffisso celtico di appartenenza -ati); i pan-settentrionali Ferrari (ovviamente dal mestiere di fabbro ferraio); i Cortinovis (dalla località della Bassa Bergamasca Cortenuova, resa famosa dalla battaglia medievale la cui vittoria arrise a Federico II contro la Lega Lombarda); i Belotti (ovviamente da un nome beneaugurale derivante dal latino bellus, con uno dei più classici suffissi bergamaschi, -otti); ed infine, al decimo posto, i Carrara (secondo la tradizione imparentati coi Carraresi di Padova, in origine cavalieri germanici calati in Italia al seguito di qualche imperatore, e il cui casato trae il nome dalla località patavina di Carrara > “strada carraria”). Segnalo anche i Pesenti, importante famiglia imprenditoriale bergamasca, il cui cognome sembra, curiosamente, derivare dallo stesso etimo latino di pezzente, che non allude agli stracci ma al “chiedere” (latino petere) degli accattoni.

Gli individui valdimagnini, figli di una terra povera e dilaniata, nel Medioevo, dalle lotte tra guelfi e ghibellini prima e tra filo-marciani e filo-viscontei poi, emigrarono nella città di Bergamo e nel suo contado, ma anche nella vicina Milano e in altre zone del Nord Italia; non a caso, quel che un tempo era il primo cognome di Milano, Brambilla, è oriundo del paese di Brembilla, in Val Brembana, il cui celtico etimo si ricollega ovviamente al fiume bergamasco Brembo.

I cognomi bergamaschi più diffusi rimangono tipici del Bergamasco, a differenza di quelli “milanesi”, costituiti ormai in buona parte da cognomi meridionali o cinesi.

Bergamo ha conservato quasi intatta la sua eredità etnica, sebbene da sempre terra di emigranti che abbandonavano i monti per cercar fortuna altrove; i Bergamaschi, gente aspra, laboriosa, testarda, che ha costruito la sua contemporanea fortuna fatta di ricchezza, industrie, artigianato, successi in svariati campi, si sono resi famosi a Genova e Venezia come infaticabili facchini contribuendo alla ricchezza di quelle città, e di Milano o della Svizzera, ovviamente. Ma anche come pastori e bergamini in giro per la Lombardia, altamente specializzati nell’allevamento di pecore e bovini.

Ed è questa la fondamentale differenza tra i migranti orobici e quelli attuali presenti anche nel territorio bergamasco: i Bergamaschi emigravano, spesso solo periodicamente, esclusivamente per lavorare (e non erano certo allogeni in Nord Italia o in Isvizzera) lontano da aree montuose, sterili, povere, mentre l’immigrazione odierna che ha travolto la Lombardia è allogena, di massa, stuzzicata dalla globalizzazione eurocida, e inevitabilmente intrisa di esotica criminalità.

Inutile che la sinistra da salotto, erede di quelli che han sempre banchettato sulla schiena del popolo, alimenti la propaganda mondialista dicendo che “Anche al Nord sono emigrati”. I due fenomeni, immigrazione settentrionale e immigrazione allogena, non sono paragonabili e solo chi ha un’agenda può confondere le carte in tavola per fare demagogia spicciola anti-identitaria.

Nei prossimi due articoli elencherò dunque alcuni tra i più diffusi cognomi bergamaschi di etimo prelatino e di etimo germanico, presenti non solo a Bergamo ma anche nelle principali località del territorio storico bergamasco.

Annunci

Informazioni su Paolo Sizzi

Lombardo, Italiano, Europeo per Sangue, Suolo, Spirito.
Questa voce è stata pubblicata in Bergamo, Etnia e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Onomastica bergamasca

  1. luca ha detto:

    cognomi di origine latina?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...